Archivi tag: Milano

ILMIOSUPEREROE IN UN CLICK

ilmiosuperoe.JPGUn Supereroe, non per salvare il mondo intero ma un pezzo, quello composto dalle persone che non riescono a fare tutto ciò che devono e che gli si chiede di fare. Agenda fitta, impegni familiari e lavorativi sovrapposti, imprevisti da gestire: a salvarci c’è ilmioSupereroe.it , piattaforma digitale Web e Mobile che incrocia domande e offerte di servizi.

Non importa se si tratta di una attività domestiche, oppure personale, di sistemare il giardino, ritirare un pacco oppure di acquistare un regalo per un compleanno dimenticato, un Supereroe basta chiamarlo e arriva. Lui risolve tutto e noi riprendiamo il controllo del nostro tempo senza boccheggiare dal lunedì alla domenica. Continua a leggere

Annunci

A LONDRA SI DICE RICH CLICKS

richclocksIn italiano si chiamerebbe “click ricchi”, ma è nata a Londra, fondata da due italiani, quindi si chiama Rich Clicks. In entrambi gli idiomi il nome anche ben presenta il risultato del servizio che questa start up offre: supporto e strategie di marketing per portare al successo un business online.

Fondata dal 33enne Simone Luciani e dal 35enne Simone Passacantilli, Rich Clicks è un’agenzia di consulenti di marketing 2.0, come clienti ha molte start up, ma anche molti marchi già noti, come Conforama. Si rivolge alle aziende “che vogliono accrescere autorevolezza in rete e necessitano di fare pubblicità di successo nei canali digital” e anche alle realtà “che vogliono applicare strategie marketing innovative e vincenti per affermare ulteriormente il brand, aumentare la propria notorietà e, nel caso degli e-commerce, vendite”. Luciani ha studiato a Londra Internet Marketing e ha un master all’IDM in Digital Marketing, Passacantilli, allo IED ha studiato Marketing e Comunicazione, specializzazione pubblicitaria, entrambi sono appassionati da sempre del settore, lavorano nel digital marketing da più di 10 anni e hanno vissuto tutte le epoche della grande rete, “facevamo SEO quando Google ancora non esisteva” racconta Luciani.

Continua a leggere

UN PONTE DI LINGUE: WORLDBRIDGE

worldbridge cover.JPG

Non amici stretti, si stimavano tacitamente e a distanza, poi hanno scoperto dopo una decina d’anni di avere skills molto complementari e iniziando a collaborare è stata subito “una folgorazione” che ha dato vita a Worldbridge, la “startup-ponte linguistico” che facilita la comunicazione e il dialogo fra le persone, le aziende e le culture. I protagonisti, e i fondatori, sono Duccio Armenise e Maral Shams, oggi 32enni ma all’inizio dell’avventura, ancora under 30, lei è “una linguista istintiva e sanguigna”, lui “nerd pacato e razionale”: due persone davvero agli antipodi. Dall’unione degli opposti è nata una realtà che oggi sta in piedi da sola, a tre anni dalla sua nascita: “siamo cresciuti senza finanziamenti, senza indebitarci, e senza incubatori né acceleratori. Siamo sempre stati attenti a non fare il passo più lungo della gamba e a reinvestire tutte le nostre entrate in talento e poche altre cose essenziali” spiega infatti Armenise. Continua a leggere

STRINGIMI, IL MOBILE A MODULI

stringimi coverUna libreria “che mi potesse accompagnare mutando sempre, che si adattasse alle mie nuove esigenze, semplice e funzionale, facile da trasportare, che potesse cambiare forma e soprattutto fatta per i miei amati poveri libri che hanno dovuto subire tanti traslochi”. Fabrizio Degaetano, classe ’80, ne aveva tremendamente bisogno conducendo una vita di continui cambi di prospettive, di abitudini e soprattutto di casa: mediamente una volta l’anno. E’ così che ha creato Stringimi, una libreria modulare che al posto di chiodi o viti, ha dei nasti che vanno “stretti” come elementi che la tengono insieme. L’ha desiderato,un mobile così, e si è rimboccato le maniche prima progettando e poi realizzando la libreria e, con essa, uno dei suoi tanti sogni. Continua a leggere

‘LOCAL FRIEND’ PER TURISTI

Schermata del 2016-05-27 16:17:43

Un servizio per entrare a contatto con città e comunità cittadine, attraverso un esperto locale che condivide con noi le sue conoscenze e il suo stile di vita “in situ”, ribattezzato “Local Friend”, non poteva che chiamarsi Guide Me Right. È “un nome scelto assieme ai compagni di Master: ci è piaciuto subito anche perchè volevamo creare una community a livello internazionale. Per cui il nome non doveva essere troppo italiano”. A raccontare così l’idea e il battesimo di questa startup è uno dei suoi giovani fondatori, Luca Sini, gli altri due sono Pietro Pirino (designer) e Andrea Zanda (Developer). Continua a leggere

SALOTTI SARTORIALI

Schermata del 2016-05-11 11:42:33

Amanti di piaceri vintage e contemporaneamente à la page che aspettano le pellicole del Sundance Festival e delle kermesse d’essai per andare al cinema e che in sala di certo non mangiano popcorn bensì variopinti macaron, sfoggiando gioiellini démodé e abiti rispolverati dal baule della nonna. E rincasando fischettano melodie tratte da vecchi vinili per poi buttarsi su un divano a sfogliare pagine ingiallite dove hanno riposto, nel tempo, fiori secchi da conservare. Ecco l’identikit preciso e quasi esclusivo del target di un progetto non certo per gente qualunque. Altrimenti che “salotti” sarebbero?”. Quelli di Filogramma, sono salotti sartoriali, dove la couture si fa conviviale, sono “happening sartistici” per cui ci vogliono anfitrioni ad hoc. Continua a leggere

FASHION D’AFRICA

13133172_824418817662146_3227171767749793859_nModa made in Africa ma non solo per “donnone”, non solo per il caldo che c’è laggiú, non solo per gente “di quei posti”: Waiz Shelukindo, 36 anni, nato in Tanzania, ai piedi dei Monti Usambara, poi trasferitosi a Zanzibar, “dove ci sono maggiori possibilità di lavoro”, arriva a Milano con la sua tesi, tutta da dimostrare. Mentre lui continua a creare e cucire nel clima africano, collaborando con stilisti in Inghilterra, Sudafrica, Madagascar, anche per non perdere la solarità del suo personalissimo stile, nella nebbia meneghina gli fa spazio  Anita Raimondi, portavoce ma non solo perché come lei stessa spiega “lui disegna, crea e realizza supportato da un suo team locale, a Zanzibar dove vive e dove ha il suo atelier e negozio. Io svolgo qui un’attività di promozione,marketing e ricerca di clienti, negozi o privati”. Continua a leggere