MAGIC WAND, AD HOC PER FINTECH START UP

magic wandIl mercato della finanza e delle assicurazioni sta già attirando aziende leader come Google, Amazon, Facebook, Apple, PayPal e Alibaba, e l’Italia? Può risponde e dare vita a “campioni europei” e non solo? Ora sì, con Magic Wand, l’acceleratore per startup FinTech e InsurTech nato dall’idea che ciò che serve sia un “approccio sistemico che favorisca l’incontro di chi sa gestire tecnologie innovative e creatività con chi conosce le regole e le esigenze del cliente”.

La riflessione sul panorama internazionale all’origine di Magic Wand nasce dall’incubatore Digital Magics: Layla Pavone, consigliere e chief innovation marketing and communication officer, assieme a Michele Novelli, senior advisor, vedendo come la situazione sul piano internazionale si stava evolvendo, ha pensato di rimboccarsi le maniche. Il risultato è una “magica” alleanza di sistema tra i più importanti operatori del mercato mirata ad accelerare startup italiane FinTech e InsurTech ed innovare i due settori.

E’ la prima iniziativa del genere in Italia, in diversi Paesi europei come Level39 a Londra, Barclays Accelerator con Techstars a New York, Londra, Cape Town e Tel Aviv e Fusion in Svizzera, e Digital Magics non ha faticato a trovare eccellenti partner per portarla avanti: BNL Gruppo BNP Paribas, Credito Valtellinese, Ersel Investimenti, Innovation Center del Gruppo Intesa Sanpaolo, Innogest, Poste Italiane, SellaLab, SisalPay, Società Reale Mutua di Assicurazioni e UBI Banca.

Non si tratta di far comparire il proprio logo sul materiale di comunicazione di Magic Wand ma di partecipare in maniera attiva e costante, dalla prima selezione delle startup che hanno iniziato il programma, ora in corso, facendo loro da mentor, per poi riservarsi, in alcuni casi, anche di decidere di investire nelle finaliste più convincenti.

Molto soddisfatti della partecipazione alla call – oltre 50 startup si sono candidate – Pavone e Novelli spiegano che le neoimprese digitali selezionate “coprono quasi tutte le aree del FinTech e InsurTech. Oltre ad un modello di business “innovativo, originale e soprattutto scalabile in grado di competere a livello internazionale”, le vincitrici hanno convinto la giuria anche per via del loro team “completo a 360° a livello di skill, un elemento fondamentale, forse il più importante per noi di Digital Magics”.

Dopo i primi due mesi di programma, iniziati a gennaio con momenti di formazione, corsi, workshop e masterclass e non solo, ci sarà una seconda selezione per scegliere le 6 startup migliori. Alla termine dei sei mesi totale le selezionate riceveranno il secondo grant di 15.000 Euro, il primo di 5.000 Euro lo hanno ricevuto all’inizio del percorso. Non è finita. Parte della magia di Magic Wand sta nell’opportunità di partecipare anche all’Investor Day di “Magic Wand” con “l’opportunità di entrare nella squadra di Digital MAgics.

A lavori in corso, le startup sono impegnate ed entusiaste, hanno grandi e concrete aspettative, Digital Magics sente di aver creato “una bellissima squadra” quindi “se tutto andrà come ci aspettiamo sicuramente organizzeremo una seconda edizione”.

di Marta Abbà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...