WILDCARD, PER GUARDARE OLTRE LA DISABILITA’

WILDCARD 1Corso magistrale in Ingegneria Informatica di Advanced User Interfaces del Politecnico di Milano, missione “imparare a risolvere problemi di vita reale, analizzando gli utenti sul campo”, risultato: Wildcard. Questo è accaduto quando Daniele Occhiuto era uno degli studenti e Mirko Gelsomini il tutor del corso. Oggi, entrambi dottorandi in Ingegneria Informatica e stanno sviluppando questa piattaforma per la realtà virtuale immersiva con supporto dei professionisti di L’Abilità Onlus, cercando illustratori, designer e ingegneri per ampliare il team.

Progettata e valutata con psico-terapeuti e specialisti del settore, Wildcard è in grado di supportare e incrementare le capacità cognitive di chi ha disabilità intellettiva.

Modulare, scalabile e portatile, la piattaforma ideata dai due dottorandi è composta da un algoritmo di tracciamento dell’attenzione, da un pannello di supervisione in tempo reale, da uno strumento di creazione di nuove attività e da un meccanismo che raccoglie i dati di volta in volta e li analizza. Chi la usa, utilizzando un visore low-cost e uno smartphone, si trova immerso in un ambiente tridimensionale e, direzionando lo sguardo, si muove nello scenario dell’attività.

Già sperimentato per 2 anni presso il centro L’Abilità Onlus, specializzato in tecnologie per la disabilità intellettiva, con il coinvolgimento di 30 bambini dai 6 ai 10 anni con diverse disabilità intellettive e diversi livelli di gravità, questo dispositivo ha fornito risultati promettenti e sono in corso nuovi studi per capire se l’apprendimento “virtuale” possa tradursi in un beneficio a lungo termine.

Nel frattempo, grazie a quanto fatto finora dai due creatori, è stato annullato il rischio “estraniazione dal mondo reale” perché i terapisti interagiscono continuamente con chi indossa il visore. C’è già stata occasione di raccogliere e analizzare i dati, individuando dei pattern nell’andamento dei livelli di attenzione che sono specifici per le diverse forme di disabilità: chissà che il prossimo passo di Wildcard non sia la fornitura di dati diagnostici.

Il percorso continua, in questi mesi, anche grazie alla partecipazione alla competition Switch2Product del Politecnico di Milano e PoliHub, che ha permesso ai due giovani di “focalizzarsi su una parte critica del prodotto che spesso manca nella ricerca: il modello di business”. Oggi sono “pronti ad intraprendere un percorso di ricerca funzionale ma anche orientato al business” ben consapevoli però di agire in un settore di nicchia: “pochi competitor ma anche pochi investimenti”, attualmente i soldi per proseguire arrivano da associazioni benefiche, fondazioni e bandi di ricerca italiani ed europei.

In questi mesi, terminato e correttamente utilizzato il software di ricerca, si mira a lasciarlo disponibile gratuitamente tramite gli store di Google e Apple con diverse attività ludico-educative per tutti i bimbi delle scuole primarie con e senza disabilità che, indossando il visore, percepiranno i contenuti interattivi previsti, come spazi 3D immersivi. Girando lo sguardo potranno esplorarli sotto gli occhi dei terapisti e dell’app che raccoglie dati e informazioni permettendo anche di “modificare vari parametri della storia, per adattarla alle esigenze e alle capacità di ogni soggetto”.

Ecco perché servono designer ed illustratori, così aumenterà la scelta dei contenuti visuali delle storie in cui “immergersi”: sfondi, protagonisti, oggetti interattivi. Ad oggi Wildcard è unico nel suo genere perché i suoi competitors “puntano spesso su sistemi 3d immersivi, complessi e costosi” mentre il sistema made in Politecnico è “completamente autosufficiente” e il terapista può utilizzarlo senza doversi laureare in Ingegneria Informatica.

Di Marta Abbà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...