Archivi del mese: giugno 2017

CHIAMA MARTINO, ARRIVA UN VICINO

chiama martino 1Martino, è il miglior vicino di casa che esista in Zona 5, lo sarà su tutto il territorio di Milano, infatti quando qualcuno ha bisogno di una commissione, di un lavoretto, di un piacere, cosa fa? “Chiama Martino. Non è una persona in carne e ossa, è un servizio dedicato a chi ha necessita di un aiuto concreto, nel quotidiano, e che spesso non sa come ottenere. Che si tratti di ritirare un vestito in tintoria, o di fare la spesa, di portare il cane a passeggio o di sistemare una porta cigolante, Chiama Martino.

L’ideatore, Federico Sobrero, ha deciso di creare questo servizio vedendo come nella vita di tutti i giorni, nonostante la tecnologia e i social network, mancasse ancora un senso di “vicinanza” tra vicini e un modo semplice per chiedere un piacere senza per forza girare tra i ballatoi bussando alle porte di quelli più gentili e disponibili.
Continua a leggere

“COOKS ME”, PENSACI TU CHE SEI BRAVO

Da studente fuorisede “mi sono dovuto necessariamente avvicinare al mondo della cucina” e non quella di “una volta ogni tanto per giocare a fare lo chef. Quella di tutti i giorni, anche quando si ha poco tempo o poca voglia. Ecco perché Vito Lordi ha pensato ad una startup che, tramite app, effettuasse il matching tra esigenze dei consumatori e proposte degli chef. Dopodiché “il pranzo è servito”.

Cooks Me, selezionata tra le sei finaliste dell’edizione 2017 di Dr Startupper, contest organizzato dall’Università Cattolica, è un’idea di startup in divenire e che si rivolge soprattutto agli under 40 “alla ricerca di un’experience e di un’emozione che elevino il concetto di pasto frugale”.
Continua a leggere

TURISMO ESPERIENZIALE, CON ARTES

progetto artesIl territorio diventa un Palcoscenico, le risorse locali, attori, il turista, il protagonista. In scena ci sono le “storie da vivere insieme” proposte da un innovativo progetto di Turismo Esperienziale battezzato Artès perché acronimo di “Animazione Relazionale per il Turismo Esperienziale”. 

Con sede a Milano, in via Cavalcanti, questa startup fa il giro d’Italia e lo fa fare anche a tutti gli stranieri che arrivano nel Paese con il desiderio di scoprirlo con occhi italiani, stando assieme agli italiani. La nuova professione di “Operatore per il Turismo Esperienziale”, riconosciuta dal Ministero per lo Sviluppo Economico, è esattamente quella di chi può creare ed organizzare viaggi unici, emozionanti e irripetibili. Quindi, indimenticabili, e che continuano a far parlare della Bella Italia anche una volta tornati in patria. Continua a leggere

TheGIRA: VIAGGI UNICI E IMPROBABILI

the giraIn utile fin dal primo anno, per l’estate 2017 ha un solo obiettivo: “Crescere crescere crescere” e trovare il modello di business giusto, continuando ad esplorare, con “un occhio al conto economico, uno alle prospettive”.

Si chiama TheGIRA ed è una startup nata quasi per gioco a inizio 2015 che organizza avventure improbabili, nel turismo e sui social network. Come in un viaggio, “siamo per strada” racconta l’attuale ad Alberto Nava, Master di Publitalia’80 e una vita nel marketing delle telco, fondatore di TheGIRA assieme ad un team di professionisti con età media di 45 anni. Al suo fianco dall’inizio ci sono infatti anche Massimo (MBA a Booth e ora GM di una grande azienda), Gabriele (manager di una delle big 5 della consulenza amministrativa), Francesco (MBA a Columbia e startupper seriale) e Veronica (founder di agriturismo.it e altre realtà web), Euan (ex CEO di Corsica e Sardinia ferries).
Continua a leggere

LA REPUBBLICA DEGLI STAGISTI, SEMPRE PIU’ (PRO)ATTIVA

repubblica degli stagistiChi è scoraggiato tende ad accettare qualsiasi cosa gli venga proposta, a qualsiasi condizione, nella convinzione che tanto non ci sia da sperare di meglio ma la Repubblica degli Stagisti è stata fondata, 8 anni fa, e tuttora lavora per dimostrare che invece C’è di meglio, che non tutte le aziende sono uguali e che non tutti gli stage sono uguali! Ad affermarlo è proprio chi ha ideato quello che oggi è non solo un sito ma una realtà attiva e proattiva, Eleonora Voltolina.

Oggi la Repubblica degli stagisti conta circa 100mila visitatori unici mensili, 30mila utenti sui social network, tra Facebook e Twitter e oltre 5mila discussioni attive sul suo Forum. Non ha mai ricevuto premi per i suoi scoop, e la fondatrice ammette che ogni tanto si chiede come mai, in compenso, oltre al premio “Natura donna impresa verso expo 2015” per la categoria giornalismo, Voltolina di recente ha ricevuto un Ashoka Fellow.

Ashoka è un progetto che nel mondo intero sostiene gli imprenditori sociali che creano innovazione e incidono, con il loro lavoro, sul mondo circostante, per la Repubblica degli Stagisti è “uno straordinario riconoscimento per quanto fatto in 8 anni, ma soprattutto una formidabile spinta ad andare avanti” anche perché i problemi dei giovani italiani nel momento di ingresso nel mondo del lavoro sono ancora tantissimi.

Continua a leggere

DARE VOCE, CONSERVARE RELAZIONI

my voiceCapsule del tempo, ma all’interno non c’è nulla, nulla di tangibile, per lo meno, perché sono pillole sonore che contengono messaggi vocali. Li collezione e li conserva l’app My Voice proposta dal Centro Clinico NeMO, centro multidisciplinare ad alta specializzazione per il trattamento delle malattie neuromuscolari, in attesa di tempi peggiori. Sì, peggiori, perché questa applicazione innovativa, sviluppata in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria McCANN, è rivolta soprattutto alle persone con patologie neuromuscolari, che per il progredire della malattia perderanno la capacità di parlare autonomamente.

Disponibile sulle piattaforme App Store, Google play o Microsoft Store, per iOS a 2,29 euro e per Android e Microsoft a 2,49 euro, My Voice consente di registrare espressioni familiari e ricorrenti che fanno parte delle relazioni quotidiane del paziente e categorizzarle per rendere i sistemi di comunicazione artificiale, sino a oggi dotati di una voce metallica, più rappresentativi dell’identità della persona. Continua a leggere