ARTIGENI D’OGGI

sei un genioGenerazione Y, generazione Z… ma la generazione degli Artigeni non si era ancora vista, o meglio, identificata, fino a quando Giampaolo Colletti non è arrivato in libreria con  “Sei un genio!”. Sottotitolo di questo libro pubblicato da Hoepli, è “La rivoluzione degli Artigeni, artigiani e lavoratori dalle idee geniali”

L’autore, un communication manager e storyteller digitale con oltre 12 anni di esperienza lavorativa nel campo delle nuove tecnologie, sostiene che per fare impresa oggi è necessario partire, da un’intuizione, quindi, avere una idea “wow”.

Gli “Artigeni” di cui parla Colletti sono proprio quegli artigiani digitali che, con la propria idea “wow”, hanno saputo trarne frutto facendo nascere una impresa di successo. Complici, molto spesso, nei casi raccontati nel libro, le nuove tecnologie, utili anche per intercettare la community, fidelizzare parti di essa, vendere on line in ogni dove, che siano prodotti o servizi, a beneficio del proprio fatturato.

Quando tante persone con le proprio idee “wow” tracciano la propria strada di successo, in Italia, si genera un cambiamento che Colletti ha voluto prima di tutto guardare con attenzione e poi raccontare compiendo un viaggio reale e virtuale in tutto il Paese, isole ovviante comprese, e ricche di sorprese come la piattaforma che permette da Milano, da Roma o da ogni piccolo paesino dello stivale, di adottare pecore, a distanza, ovviamente, ma acquistando prodotti realizzati grazie alla pastorizia.

La tecnologia si sposa bene con l’agricoltura anche nell’Italia del Nord dove un altro artigenio si è inventato un alveare hi-tech dotato di un dispositivo in grado di monitorare la salute delle api, il loro numero e il loro via vai, il clima interno ed esterno.

La dieta mediterranea può solo guadagnarci, perché tante sono le idee e le realtà innovative che mettono in campo la tecnologia in settori che si occupano di tracciabilità e di sicurezza alimentare.

“Sei un genio!” raccoglie numerose esperienze, ciascuna o modo proprio unica, e “wow”, sparse per tutta Italia ma nate tutte da una nuova generazione connessa al proprio lavoro grazie alla Rete. Non ci sono altre categorie, in evidenza, questo è il fil rouge che unisce in un libro ed in un fenomeno palpabile, artigiani e piccoli imprenditori, freelance e liberi professionisti, reti di imprese e di lavoratori digitali.

Forse desideroso di scrivere un sequel, Colletti nell’ultimo capitolo ha raccolto anche dei consigli, pragmatici e ispiranti, per coloro che leggendo, si sentiranno prudere le mani e rodere il fegato, magari sperando di avere presto una idea “wow”. Se arriva, nel libro ci sono 10 “dritte” per realizzarla.

Di Marta Abbà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...