STARTUP UNIVERSITY

Startup university“Diventa startupper”, “Lancia la tua startup”, “Startupper avanzato”: si parte ad ottobre con i primi tre corsi della prima piattaforma formativa di livello universitario per startupper, la “Digital Magics Startup University” frutto di un accordo tra Digital Magics, Universitas Mercatorum e Università Telematica Pegaso. Le iscrizioni sono già aperte, chi vuole aprire un’impresa innovativa digitale e necessita di formazione adeguata può già assicurarsi una formazione on line autunno procedendo  direttamente online sul sito dedicato.  

Gli organizzatori, che hanno lanciato l’iniziativa a inizio aprile da Napoli, hanno chiamato a tenere le lezioni i migliori professionisti del mondo delle startup perché possano aiutare i candidati ad addentrarsi nel mondo delle startup in modo consapevole. L’obiettivo dei corsi, di quelli in arrivo e degli altri che seguiranno, è quello di creare una nuova generazione di imprenditori per portare il digital made in Italy in tutto il mondo.

“Diventa startupper” è per chi è ai primi passi, “Lancia la tua startup” per chi ne ha fatto qualcuno di più ma ha ancora una lunga strada davanti, difficile da percorrere tutto solo, e “Startupper avanzato” presuppone qualche conoscenza di base in più e almeno qualche esperienza vissuta sulla propria pelle o meno, da cui partire.

Con i corsi on line ogni aspirante startupper, che sia a Milano, a Roma, a Torino, o in una delle tante più piccole province italiane, potrà ricevere le stesse nozioni ed i consigli. La Digital Magics Startup University riesce così ad affiancare i neoimprenditori italiani direttamente sui territori senza obbligarli a trasferirsi e a sostenere costi di trasferimento non sempre compatibili con il portafoglio di chi desidera creare una impresa da zero e da giovane.

Una iniziativa così, vista inserita in un quadro più generale, va a rafforzare il binomio impresa/università che dovrebbe essere alla base dello sviluppo competitivo del Paese. Dovrebbe, perché questa University è la prima che tenta di colmare un vuoto formativo, quel vuoto che costituisce una delle ragioni della fuga all’estero dei giovani intraprendenti italiani di nascita o di adozione.

di Marta Abbà

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...