AGENTI E AZIENDE SI TROVANO CON YOAGENTS

yoagentsCreando una piattaforma che permette di realizzare reti commerciali on demand e pagarle a performance, un’infrastruttura comune all’intero ecosistema dell’innovazione italiana, gli ideatori di YoAgents non lo nascondono: ”vogliamo guadagnare molto” dicono.

Nata nell’incubatore Digital Magics, questa start up innovativi per servizi innovativi, affronta le difficoltà, diminuisce i tempi e abbatte i costi in cui i singoli si imbattono quando devono crearsi di una rete commerciale. L’idea è nata notando la difficoltà di commercializzazione di servizi magari basati su ottime tecnologie e potenziamente utili a tutti gli effetti. Spesso infatti non si diffondono se non nelle grandi città o, peggio ancora, restano “in laboratorio”.Con YoAgents non ci sono più “aziende che cercano agenti” tramite un lungo processo di annunci, selezioni, formazione, canvas, report, perché con questa piattaforma “agenti e aziende sanno dove incontrarsi e riconoscersi come adatti l’uno all’altra”. Ciò accade non per un “colpo di fulmine” ma grazie ad un processo agile e veloce che utilizza i dati raccolti e un apposito algoritmo fornendo in pochi giorni ad ogni azienda gli agenti più indicati per la propria commercializzazione.

Lo sviluppo di questa start up è iniziato a febbraio 2016 e a fine maggio è iniziata la fase di raccolta di proposte sia di agenti, sia di clienti, con un ritmo di un’iscrizione ogni 3 minuti che ha permesso a YoAgents oggi di superare i 220 agenti e altrettante aziende.

Questa piattaforma è perfetta per chi, da agente, vuole completare il proprio portfolio di offerte con servizi innovativi e ha già potenziali clienti a cui proporlo. Allo stesso modo è la risposta che cercavano le startup e le PMI di servizi innovativi che avevano difficoltà ad andare sul mercato pur avendo margini sufficienti per “ingolosire” una rete commerciale che si fa pagare a performance.

Il team è eterogeno e completo, e non è un caso: è stato creato “su misura” in modo da affiancare a figure di grande esperienza come Luca Antonietti (già CEO e Global COO in BeMyEye) e Fabiano Lazzarini (General Manager in Shiny e precedentemente in IAB e Strategy Manager in Casa.it), dei profili “più junior”, ma con tanta esperienza, come Laura Pellegrini ed Elisa Petri: è loro il “furore” senza il quale è tutto inutile. A questo mix già ben assortito si aggiungono Riccardo e Alessandro, che si occupano più direttamente degli agenti.

Al di là dei numeri, Lazzarini ha spiegato che il prossimo obiettivo, con il rilascio dell’applicazione sarà “chiudere il cerchio” offrendo un prodotto agli agenti e un servizio alle aziende che sia davvero completo”. Dal brief, al materiale di vendita, quindi, senza tralasciare la contrattualistica, la gestione dei pagamenti e gli incassi.

Essenziale è poi il tracciamento delle attività perché “gli agenti saranno valutati da un algoritmo che terrà conto delle loro performance, oltre che della zona geografica e del settore”. Se l’obiettivo a lungo termine di YoAgents è quello di testare il modello fuori dall’Italia e creare versione dedicata ai promotori finanziari, entro il 2017 questa start up vuole contare 150 aziende attive e 750 agenti attivi.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...