UN PONTE DI LINGUE: WORLDBRIDGE

worldbridge cover.JPG

Non amici stretti, si stimavano tacitamente e a distanza, poi hanno scoperto dopo una decina d’anni di avere skills molto complementari e iniziando a collaborare è stata subito “una folgorazione” che ha dato vita a Worldbridge, la “startup-ponte linguistico” che facilita la comunicazione e il dialogo fra le persone, le aziende e le culture. I protagonisti, e i fondatori, sono Duccio Armenise e Maral Shams, oggi 32enni ma all’inizio dell’avventura, ancora under 30, lei è “una linguista istintiva e sanguigna”, lui “nerd pacato e razionale”: due persone davvero agli antipodi. Dall’unione degli opposti è nata una realtà che oggi sta in piedi da sola, a tre anni dalla sua nascita: “siamo cresciuti senza finanziamenti, senza indebitarci, e senza incubatori né acceleratori. Siamo sempre stati attenti a non fare il passo più lungo della gamba e a reinvestire tutte le nostre entrate in talento e poche altre cose essenziali” spiega infatti Armenise.

Con zero nozioni di imprenditoria e startup e 50 euro a testa, buone giusto per registrare il dominio internet e poco più, i due soci non hanno neanche seguito l’ABC dello startupper che solitamente suggerisce di concentrarsi su un settore in particolare. Hanno al contrario provato ad offrire tutti i servizi linguistici in cui potevano essere competitivi da subito grazie alla professionalità di Maral.

Worldbridge quindi, da subito si è proposta traduzioni, interpretariato e perfino vacanze studio in tutta Italia e, talvolta, anche l’estero, e con corsi di lingua, ma solo a Milano. Una scelta, spiegano, “perché abbiamo voluto puntare soprattutto su corsi con docenti in classe, con gruppi di massimo 5 studenti, oppure presso le aziende, in modo che quello dell’apprendimento diventasse anche un momento sociale dopo aver già passato una giornata davanti al computer. E poi anche per differenziarci dalla gigantesca offerta di corsi online e in classi enormi”.

La formula è piaciuta, per lo meno ai milanesi, doc o d’adozione, e lo dimostrano i numeri che certificano tra tutti i servizi, il maggior successo proprio dei corsi di inglese aziendale, sia per privati che per aziende, anche perché “ultimamente, per ragioni economiche e geopolitiche, i mercati di interpretariato e vacanze studio sono diventati un po’ più difficili”. Non è solo il “contesto”, però, che rende Worldbridge una start up di successo: Armenise e Shams, da zero, hanno saputo mettere piedi qualcosa di unico in un settore anche piuttosto affollato, perché è evidente a tutti che “di scuole di lingua e agenzie di traduzione Milano è piena, ma pochissime – fa notare Armenise – sono in grado di offrire tutta la gamma di servizi linguistici che offriamo noi”.

C’è di mezzo anche la capacità di farsi trovare su Google dai propri clienti a costo zero e poi Worldbridge è la sola a prendersi la briga di organizzare anche eventi in lingua e un centro estivo in inglese per i più piccoli. “La nostra inesperienza iniziale si è trasformata in uno dei nostri principali punti di forza. Abbiamo capito che la cosa di maggior valore che avevamo erano le nostre differenze: talenti, punti di vista e approcci completamente diversi che, lavorando in sinergia, si completano a vicenda”.

Nel caso di questa start up – ponte non sono parole retoriche: da tre che erano il primo anno, oggi sono in sette, full time, e poi una trentina di professionisti tra docenti, traduttori, interpreti e partner esteri. Questa squadra si è formata assemblando persone scelte non perché “come noi”, ma perché “diverse da noi, ma capaci di collaborare estremamente bene, in team, seppur dotate di personalità e talenti molto diversi”.

Cresciuto lo staff ma anche la gamma di servizi e “stiamo studiando anche una piattaforma online per la collaborazione tra centri di formazione non possiamo ancora svelare troppo”. Intanto dalla loro sede in via Paolo Sarpi cercano di collaborare con sempre più aziende e di organizzare sempre più eventi in lingua “per far esercitare e migliorare le proprie abilità linguistiche mentre si socializza e ci si diverte”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...