LIBRI CHE RESUSCITANO CON BOOK CEMETERY

bookcemetery 2.jpgCome “cemetery”? Lo chiedono tutti , tra turbamento e fascino, ma loro, Christian Sartirana e Francesca Zanotto, 32 e 27 anni, volevano dare l’idea di voler ripescare idee e oggetti. Dato che il nome intero è “Book Cemetery”, nel loro caso si tratta per lo più di libri, da salvare dalle macerie e dal macero, per poi riproporli in una nuova veste creativa e a impatto zero. E, sì, lo ammettono, con un tocco di gusto dark.
Quella che era una vecchia libreria, a Casale Monferrato, piena di testi usati e antichi, affiancata da un laboratorio di legatoria, oggi ha mantenuto lo stesso nome -”Book Cemetery” – ma sforna prodotti di legatoria.

Quaderni, album per foto, notes piccoli o grandi, sketchbook: tutto artigianale e a basso impatto ambientale, realizzato riciclando pelli, tele e carte, pescandole da vecchie giacche, ricavando ciò che serve da oggetti usati e riproponendoli in modo diverso. Così, in nome dell’arte del riuso, ecco copertine con ingranaggi di vecchi orologi o sveglie, album o blocchetti foderati di tessuto che un tempo era un vestito, schegge cartacee di pagine scritte o illustrate salvate da libri maturi per il macero.

Sartirana e Zanotto, esperti in tecniche di legatoria classica e non, dotati di un occhio particolarmente creativo e di un gusto sì dark ma molto elegante e raffinato, mescolano materiali e idee, Francesca ci aggiunge illustrazioni ad acquerello e Christian immagini collage o da photoshop. A latere restaurano libri antichi e realizzano carte decorate, come quella marmorizzata, perché questa, di Book Cemetery, è l’unica loro attività, “poi ci sono i sogni personali” spiegano: lui scrive narrativa e ha pubblicato diversi racconti del terrore e di fantascienza, lei dipinge e illustra.

bookcemetery 1.jpg

Assieme, a proposito di sogni, progettano di scrivere delle storie brevissime illustrate, presentandole in formato di “semplici libretti artigianali”. Oggetti che farebbero impazzire i loro già entusiasti clienti che ogni volta si lasciano piacevolmente sorprendere dalle forme che antico e moderno prendono passando tra le mani di questi due artisti della legatoria.

La metamorfosi di Book Cemetery, realtà oggi presente in molti mercatini, sui sociale e “tramite passaparola e biglietti da visita”, è avvenuta tra il 2010 e il 2015. “E’ nato tutto dalla libreria di testi usati e dalla necessità di dover riparare dei libri, soprattutto antichi. Per questo ci siamo messi alla ricerca di un rilegatore insegnarci il mestiere e lo abbiamo trovato – racconta Sartirana – dopo circa un anno, Francesca gestiva il laboratorio di legatoria Book Cemetery, un anno dopo chiudeva la libreria e restava soltanto il laboratorio”. Hanno proseguito per mesi e mesi “campando” con riparazioni di libri e qualche occasionale restauro, rilegature classiche, fascicoli e documenti per enti pubblici ma “era un lavoro noioso e mal pagato, quando lo era. E’ stato allora che abbiamo deciso di buttarci nell’artigianato”.

bookcemetery 3.jpg

Attivi nei dintorni di Milano, vedono la città come una città “con un vero talento nel trasformare ciò che è underground, in popolare”. E’ sì un punto di forza, ma anche una pecca: “viene valorizzato ciò che nessuno, o soltanto pochissimi, avrebbero considerato sino a quel momento. Poi però Milano ha spesso il vizio di spingerlo così tanto da far sì che si svuoti di ogni significato e fascino”.

In questo contesto di contrasti in cui non si può mancare occasione per essere valorizzati, è necessario “trovare la forza di alzarti e metterti a fare delle cose, con passione ed entusiasmo” nonostante le difficoltà, soprattutto economiche: “stare al passo delle pretese fiscali è praticamente impossibile per un artigiano, oggi – spiegano – e non c’è nulla che ti venga realmente incontro, a parte la comunità degli artigiani che ci da l’impressione di sapersi prendere cura di sé stessa e di volersi bene. I ‘grandi capi’ avrebbero molto da imparare da noi”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...