INNOVAZIONE ‘SALVA VITA’

Schermata del 2016-06-08 13:59:38

Un supporto sia in fase di diagnosi, sia di progettazione dell’intervento, un aiuto per il medico, soprattutto se radiologo e chirurgo vascolare, nel momento in cui deve comunicare in modo efficace con i propri pazienti, perché lo può fare con ricostruzioni 3D e simulazioni. aXurge, in pratica, è qualcuno su cui può contare chi ogni giorno è in corsia a lottare contro l’AAA, l’aneurisma dell’aorta addominale, malattia degenerativa dell’ultimo segmento dell’aorta addominale. Per questa start up nata in seno a Moxoff, in partnership con il Politecnico di Losanna, il “poter contare” non è un modo di dire perché si tratta di un progetto deliziosamente matematico che si propone di dare una mano alla medicina “dando i numeri”.


Prima Math2Ward, ora, sempre più sviluppata, diventata aXurge, si tratta di una piattaforma che sfrutta innovativi algoritmi matematici per fornire in tempo reale una valutazione patient specific del rischio di rottura dell’aneurisma aortico addominale e un’indicazione dei devices da utilizzare in caso di intervento. Da quando è stata selezionata tra i progetti finalisti di Bioupper – iniziativa promossa da Novartis Pharma e Fondazione Cariplo dedicata a progetti nelle scienze della vita- non ha che moltiplicato le proprie potenzialità e i propri successi.
Purtroppo anche il suo nemico non se la cava male: negli ultimi 30 anni le diagnosi di questa patologia sarebbero triplicate, per avere un’ordine di grandezza a cui riferirsi, ecco il dato dei decessi del 2013: 152.000.
La patogenesi di questo aneurisma a quanto raccontano gli esperti, è estremamente complessa, tra i fattori in gioco, però, ce ne sono anche di facilmente identificabili e molto comuni: l’invecchiamento, il fumo o l’ipertensione. In questo contesto medico, la matematica, approccio suggerito da aXurge, si inserisce e regala la sua capacità di descrivere comportamenti che si mostrano di una complessità difficilmente accessibile anche per le moderne tecniche radiologiche. Così, giocando la carta dei modelli matematici, si riesce a fornire al medico nuovi strumenti di analisi e di supporto alle decisioni ottenendo anche un’adeguata e il più tempestiva possibile diagnosi. Axurge utilizza simulazioni numeriche per stimare le pressioni esercitate sulle pareti dei vasi e predire il rischio di rottura, questo aiuta il medico in prima battuta e, ”di rimbalzo”, porta anche a una riduzione dei costi di assistenza sanitaria.
Grazie anche al supporto finanziario dell’ERC, oggi aXurge non è una schermata di conti inaccessibili se non ai più esperti, ma un software utilizzabile in ambito sanitario dai sanitari ache senza laurea in Matematica o Ingegneria. E’ un’applicazione di supporto al medico fruibile su tablet o smartphone che fornisce anche immagini ricostruite in 3D, misure relative alla morfologia dell’aneurisma e indicatori di rischio. Non solo: prevede simulazioni “patient specific” che permettono di meglio comprendere “cosa succede al fluire del sangue nella zona di interesse”. Ai profani, a chi non sa molto né di matematica né di medicina, resta la formula e il risultato. La formula è la somma di due scienze – matematica e medicina – e il rusultato, vite salvate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...