LA RIVINCITA DEL FAN

Schermata del 2016-04-26 10:51:39

Gestire delle fan-base di artisti musicali con un sistema di mission e ricompense, con Musikee non è un sogno ma è semplice e gratuito. Con un nome così musicale che richiama a “Music Key”, perché i fan sono la chiave di svolta dell’industria musicale, questa startup è una piattaforma web nata a Milano e che oggi sta proseguendo la sua avventura a Barcellona, per essere sempre più internazionale e libera. Parte del team si è trasferito in Spagna a inizio 2016, ma tutto è iniziato a pochi passi dalla Scala, con l’acquisto del dominio musikee.com , a maggio 2014, con una prima beta privata, a inizio 2015 per poi aprirsi a qualsiasi artista dopo un anno.

Daniele Ghidoli, CEO e cofunder 28enne, spiega il “do ut des” su cui si basa il servizio e suona facile e innovativo: “i fan svolgono le attività proposte dall’artista, come volantinaggio, promozioni, acquisti, creazione di UGC (user-generated content), condivisione di contenuti. In cambio ottengono ricompense esclusive.
L’artista a sua volta può facilmente coinvolgere i fan, diffondendo la sua musica grazie proprio al loro aiuto”. L’ha pensata guardando come il suo cliente EMP (e-commerce rock attivo in Europa) usava “un tool abbastanza antiquato per coordinare il suo seguito di fan e clienti affezionati. E molte band ed artisti gestivano i fan via email o in gruppo Facebook”. Con i suoi quasi coetanei Chiara Crispino e Fabio Cantoni ha messo in piedi “uno strumento apposta” che rendesse la gestione più agile e fruttosa da parte di tutti. Nel team ci sono, ancora più giovani, anche Chiara Colasanti, Communities Supervisor, Annaclara Maffucci, Sales Manager & PR, ed Elena Bartolini, Label & Artist Relations. Dopo la partenza nel 2015 “tutti insieme in un ufficio a Milano”, a febbraio 2016 gran parte del team si è trasferito a Barcellona dove resterà almeno 7 mesi.
“Milano offriva sicuramente buone possibilità ma abbiamo sentito il bisogno di allargare i nostri orizzonti, resta comunque in Italia la città migliore per aprire una startup -siega Ghidoli – Noi però abbiamo deciso di autofinanziarci, con un orientamento sempre più internazionale. Questo sia lavorando con realtà estere, sia mirando più a fondare una LTD americana che una SRL italiana, per mirare in futuro a finanziamenti internazionali”.
Per farsi conoscere, e farsi spazio e nome nelle community internazionali, conquistando utenti da tutto il mondo, Musikee ha creato partnership con realtà come EMP e Rude Records, un’etichetta italiana che gestisce in tutta Europa band punk rock americane e inglesi. Nel 2016 da Barcellona si lavora per a nuove funzionalità per far sì che gli artisti, oggi con in mano solo il piano free, possano invece ottenere l’upgrade al piano premium. E a giugno, Musikee si racconterà a PrimaveraPro 2016, la manifestazione per i professionisti del settore musicale legata al festival internazionale Primavera Sound. Gioca in casa, a Barcellona, si intende.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...