LOGISTICA ANTI SPRECO

Schermata del 2016-01-26 11:26:55

Ridurre quanto più possibile lo spreco di cibo derivante da una cattiva gestione dei beni deperibili stoccati. E’ la sfida tutta in chiave Expo, e dopo Expo, di Infooso, la startup che, lo dice il nome, è dedicata all’Innovation Food Solution. L’idea nasce dalla stima delle Nazioni Unite sulla porzione di spreco annuale di cibo, il 33% della produzione alimentare globale, gran parte legata alla fase di stoccaggio e distribuzione del cibo. E nasce dall’evidenza, anche a seguito di ricerche specifiche, della totale mancanza di app su smartphone che aiutino i responsabili della logistica a controllare con precisione e puntualità quanto è stoccato nei loro magazzini. Mancava Infooso.

I suoi ideatori sono un milanese, due “stranieri a Milano” e un messicano attualmente in Francia, rispettivamente Lorenzo Gecchelin, Kristina Tool, Luis Gonzalez Haro e Lazaro Quintanilla. I primi, ultra 40enni, si conoscevano prima dell’hackathon EXPO Innovation Challange che è stata invece l’opportunità, all’inizio di ottobre 2015, di unirsi agli altri due, poco più che 20enni, studenti.
Assieme hanno creato questa app destinata al mondo della logistica e dello stoccaggio merci focalizzata su alimenti, industria farmaceutica e cosmetica che si scompone in tre azioni principali. C’è la parte di “Product alarm”, per controllare la scadenza dei prodotti deperibili e prendere le decisioni migliori per evitarne lo spreco, e quella di “Digital markeplace”, attraverso cui vendere i propri prodotti in modo efficiente e conveniente. Infine il “Flex space management” propone un sistema di gestione per visualizzare lo spazio inutilizzato e rendelo disponibile ad altri gestori di magazzini.
“La app si implementa con i software di gestione dei magazzini esistenti (WMS Warehouse Management System), attraverso l’utilizzo di funzioni aggiuntive. Con il Product Alarm ottimizza spazi e profittabilità – spiega Gecchelin – siamo ancora in fase di elaborazione, stiamo verificando tutte le idee iniziali per capire quali rendere prioritarie sulla base dell’interesse dei professionisti del settore logistica. Intanto mettiamo a punto e sviluppiamo l’applicazione”.
Le prime spese di gestione dell’attività di ricerca e sviluppo dell’idea le stanno coprendo con il premio conquistato proprio all’hackaton in cui è nato Infooso, “EXPO Innovation Challenge”. Ben consapevoli che la strada è lunga, però, sono già volati a Dubai in cerca di opportunità e “benzina” per continuare a sognare e “proiettarsi nel futuro, immaginando cosa possa essere creato per migliorare o rendere più facile la vita quotidiana di ciascuno di noi”.
Lo sponsor dell’iniziativa Expo, infatti, la DAFZA (Dubai Airport Freezone Authority), ha invitato tutto il team a visitare la proprio struttura a Dubai: “è stato utile per capire le reali necessità del settore della logistica di cibo e beni reperibili” spiegano, tornando e guardando avanti, al prossimo obiettivo: “arrivare ad un consolidamento delle informazioni accumulate e alla stesura di una proposta economica e progettuale che trasformi l’idea iniziale in un reale strumento di innovazione”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...