IL DESIGN DEI PUPAZZETTI

Schermata del 2015-12-04 18:29:34

Si chiamano “designer toys” e ce n’è per tutti i gusti, per i collezionisti e per i curiosi, per chi se ne è appassionato vedendoli esposti all’Expogate, in occasione del concorso “Un designer per le imprese”. Per averne uno basta cliccare sul sito di e-commerce dedicato, Poplen, ma tutto ciò è possibile grazie a Digital Fabbrichetta che li produce, felice di poter collaborare con giovani designers sempre sprizzanti di idee. “Ci trasmettono entusiasmo” spiegano i due fondatori Eleonora Ricca, 32enne di Ventimiglia, e Marco Bocola, 35enne milanese. I due, non è un caso, fanno base proprio a Milano, “la città ideale per noi, dato che molti designer da tutto il mondo scelgono di venire a studiare e lavorare qui”. Bocola e Ricca sono attivi da circa cinque anni, e sono stati tra i primi al mondo a offrire un service di taglio laser completamente online con il nome di “Vectorealism“.


Crescendo, “abbiamo poi aggiunto altre tecniche di fabbricazione digitale, raffinando ulteriormente il servizio e strutturandoci anche come società – spiega Bocola – oggi Digital Fabbrichetta si occupa sia di sviluppare e mantenere il service online sia di sviluppare servizi e prodotti per aziende”. Una realtà rodata che sia affianca a designers emergenti e affermati, ma che non dimentica le moltissime difficoltà iniziali, “affrontate con entusiasmo e una grossa dose di incoscienza. Abbiamo imparato, poi, che, in realtà, questa incoscienza si chiama “capacità di rischio”, ed è quella che fa la differenza negli investimenti”.
Destinati agli appassionati, spesso a loro volta altri designers, i “toys” sono oggetti abbastanza di nicchia, per collezionisti. Nomi e concept di ciascuno sono stati decisi autonomamente dai designers e sul sito Poplen si può sfogliare un album di “mostriciattoli e creaturine” dei più strani, trovando quello che fa al caso nostro. Oppure proporre il proprio, perché no, e improvvisarsi un creatore di personaggi, di “designer toys”.Schermata del 2015-12-04 18:29:28
“Siamo convinti che si prestino benissimo ad un modello di produzione digitale, uno ad uno e con grandi possibilità di personalizzazione” spiegano a Digital Fabbrichetta che, “toys” a parte, come punto di forza si sta giocando la partita dell’innovazione tra i tanti competitors milanesi e non, proponendosi come “piattaforma di e-commerce che offre servizi di manifattura normalmente erogati in maniera artigianale inteso nel senso negativo del termine, cioè in modo lento e inefficiente”.
Mentre i “designer toys” conquistano il mondo da Poplen, Bocola e Ricca stanno lavorando allo sviluppo di altri prodotti realizzati con tecniche di fabbricazione digitale, come longboard e occhiali da sole. “Abbiamo poi un grande progetto ‘a due ruote’”, poi ammettono, e sta arrivando: sta pedalando, sul loro tandem.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...