CROWDFUNDING LETTERARIO

Schermata del 2015-10-14 10:17:28

Crowdfunding verticale, per una missione che ha bisogno di concentrare tutte le forze: quella di migliorare il mondo dell’editoria e permettere a chiunque di avviare il proprio sogno, purché esso abbia a che fare con l’editoria e la letteratura. E’ il crowdfunding a cui è dedicata la startup Upspringer.com, una piattaforma nata nel 2014 da madre e figlia, con una sede a Miami e una a Milano. Isabella e Carmen Cultrera, così si chiamano le due fondatrici, hanno vissuto per anni negli Usa e da lì nasce questo “ponte” mentre il focus sul mondo editoriale è frutto delle esperienze di entrambe nel mondo dell’editoria. Per loro, così sostengono, come CEO e co-founder di Upspringer, “c’era qualcosa che mancava e sempre più autori emergenti cercavano di aggirare i meccanismi tradizionali di pubblicazione ricorrendo al self-publishing”.
Isabella ha lavorato e lavora tuttora come redattrice-revisione bozze da freelance, traduce per varie case editrici tra cui Mondadori e De Agostini, mentre la madre è un’imprenditrice dagli anni ’90. Alla coppia di founder si è aggiunta Azzurra Scattarella, ex libraia e blogger milanese d’adozione.
Upspringer prende esempio dalle celebri Kickstarter e Indiegogo ma è al servizio solo di chi ha come obiettivo la pubblicazione. Se così è, ci si può rivolgere a questa start up per creare una campagna di successo imparando quale obiettivo economico impostare, quali le ricompense per gli utenti, come attirare potenziali lettori o semplicemente simpatizzanti convincendoli a dargli soldi per quello che sarà un romanzo o un saggio.
“Non ci occupiamo di trovare una casa editrice o di stampare, quello è un compito che resta comunque all’autore – precisa Scattarella – l’iscrizione della campagna alla piattaforma è a costo zero e i fondi raccolti si ottengono solo se la campagna raggiunge il 50% dell’obiettivo prefissato, altrimenti, tutti i soldi donati a fine campagna, dopo 60 giorni, vengono rimborsati”. Questi 60 giorni non sono una scelta sadica, ma una studiata e strategica, perché, così spiegano le startupper “la tempistica in un progetto di crowdfunding è fondamentale. Non ha senso lasciare attive campagne per tanto tempo: è stato dimostrato che la maggior parte di esse viene finanziata entro le prime due settimane. Inoltre, è utile dare una scadenza, altrimenti è facile che i sostenitori potenziali se ne dimentichino o rimandino”.
Tempo a parte, “non esiste la ricetta per il perfetto crowdfunding. Noi forniamo consulenza per aiutare a sviluppare una buona campagna, ma nulla è dato per scontato, e molto dipende dall’ideatore”. Vero è che con Upspringer si “pesca” nell’oceano infinito della rete, ci si concentra invece su quel mare di persone che hanno a cuore i problemi dell’editoria. Aspiranti scrittori, ad esempio, o librai, editori, gente che legge e che si interessa a ciò che ruota al mondo del libro, perciò, si suppone, maggiormente predisposta a investire in progetti come quelli di Upspringer.
Da Milano finora è arrivato solo un progetto di rivista di formazione nel campo della direzione aziendale proposto dal gruppo CSE Crescendo e l’editore Ipoc Press: “avrebbero tradotto e diffuso articoli interessanti venuti dall’estero e autoprodotti, ma purtroppo il progetto non è andato a buon fine”. Gli autori che invece raggiungono la soglia per riscuotere i fondi, una volta realizzato il proprio progetto, devono anche fornire premi a tutti coloro che ci hanno investito soldi e speranze. Valgono, in Upspringer, “ringraziamenti di varia natura: gadget handmade o ringraziamenti nel colophon o cartoline virtuali o una canzone scritta ad hoc. Anche sconti su biglietti o libri, abbonamenti. Anche qui sta alla fantasia e alla buona volontà di chi propone”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...