LO SPEDIZIONIERE 2.0

Schermata del 2015-09-07 10:45:41E’ economico e dà la possibilità di seguire la propria merce in tempo reale, sia da desktop che da mobile: nato a ottobre 2014, dopo la lettura di un’articolo sulla sharing economy, PonyU è un servizio di logistica per la gestione delle spedizioni urbane, che offre sempre una consegna in massimo un’ora. Questa start up ha un team per lo più giovane e campano, ma esordirà a fine settembre a Milano, eletta città pilota, “perché è la più sensibile a queste particolari innovazioni, ha una pianta cittadina circolare che facilità i processi logistici urbani e ha una folta popolazione di studenti” potenziali scattanti pony.

“Diamo a tutti l’opportunità di accreditarsi e diventarlo, guadagnando nel tempo libero – spiega Luigi Strino, il founder, napoletano, 31enne – inizialmente vogliamo concentrarci sul servizio logistico a servizi di consegna a domicilio di cibo per poi offrire i vantaggi di una consegna immediata per i più disparati servizi”.
PonyU arriva a Milano, poi si espanderà, e si rivolge soprattutto alle aziende, offrendo una consegna immediata della merce, e “a chi già utilizza servizi di spedizione ma vuole risparmiare, velocizzare i tempi e offrire nuovi servizi esclusivi, come real time tracking”.
Questo autunno per PonyU c’è da correre su molti fronti: “stiamo trattando con diverse realtà interessate al nostro servizio, stiamo popolando la nostra community di pony formandola e testando con loro le funzionalità della nostra app a loro dedicata. Stiamo partendo con una campagna marketing ed apriremo le applications per candidarsi a diventare un pony”. Sì, PonyU insiste molto nell’offrire ai milanesi, nativi o d’adozione, nuove opportunità di lavoro, o, per lo meno, di arrotondare. L’idea iniziale è stata proprio quella: la start up di Strino è nata leggendo un articolo sulla sharing economy e collegandolo “all’enormità della merce che si sposta in città ogni giorno, proprio da sfruttare con le potenzialità del crowdsourcing”.

Schermata del 2015-09-07 10:45:50
Strino ha iniziato assieme ai 3 co-founder Alessandro Melorio (30 anni), Luca Oliano (33 anni) e Raffaele Aprea (28a anni), e poi al resto della squadra composta da Mauro Tarallo (32 anni) addetto alla community, a Marco Acit (29 anni) addetto al business, e all’art director Simone Figalli (29 anni). I primi passi sono stati quelli dedicati “ad un grosso lavoro per creare innovazione nel processo di logistica, migliorando gli algoritmi. Poi abbiamo lavorato a un MVP (minimum viable product) per mostrare dal vivo ciò che potevamo fare”. PonyU lungo la strada ha incontrato l’acceleratore di stratup di Treviso, Hfarm, ed è così che ha cambiato marcia, potendo organizzare meglio i propri piani, completando lo studio del business e la piattaforma tecnologica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...