L’ORTO IN CASA DI BIOPIC

Schermata del 2015-06-23 14:46:40

Attraccheranno anche ad Expo, come premio da primi classificati alla Startup Marathon organizzata nel novembre scorso dalla Regione Lazio, ma sono già sbarcati oltreoceano dove sono stati accolti da entusiasmi e opportunità, soprattutto in California, a San Francisco. Sono i creatori di Biopic, e il presidente Renato Reggiani racconta il progetto prima di passare i tornelli del sito di Rho, nei prossimi mesi. Si tratta di un kit di coltivazione domestica a LED in grado di rendere più semplice e veloce la coltivazione di insalate e ortaggi.

Attirato dallo studio dell’agricoltura urbana già dal 2000, il team di ricercatori italiani e olandesi che ha creato Biopic ha lavorato per “riportare nelle case la coltivazione di piante orticole che nella gran parte delle abitazioni cittadine non era più presente”. Non ci sono scuse, da quando c’è Biopic, perché con il suo ingombro, poco più grande di un doppio foglio A4 da fotocopiatrice, può essere usato anche in casa, anche in un monolocale, davanti ad una portafinestra assolata o in terrazzo.
L’idea specifica di questo kit, che permette di produrre cibo in casa o in terrazzo “ci è venuta nel 2009, giocando a Farmville su Facebook – confessa Reggiani – se in tanti si appassionano al virtuale, abbiamo pensato, perchè non trasformarlo in reale?”.
Ci stanno provando: “per ora abbiamo i prototipi e stiamo avviando la produzione”. Ci sono le difficoltà dell’avvio, le classiche, “ma l’importante è stato ed è non arrendersi mai”. Proprio come piantine che vogliono fiorire sul balcone di una inquinata metropoli, verrebbe da pensare.
Ci vuole tenacia. Ma si può fare. Lo dimostra BioPic, che bussa alle porte anche dei milanesi, con lo slogan “il tuo piccolo orto nella grande città” proponendosi come spazio personale di biodiversità e verde con l’ambizione di aiutare anche a risolvere il problema dell’inquinamento da CO2. Reggiani spiega infatti che ogni microorto “è un superlaboratorio naturale che trasforma con la fotosintesi Anidride carbonica C02 in Ossigeno e Carboidrati”.
Biopic, quindi, crea “corridoi di biodiversità” in città permettendo a tanti insetti utili, come le coccinelle, di trovare un ambiente adatto. Proprio le coccinelle, per ora, hanno portato fortuna a questa start up, regalandole, anzi, permettendole di conquistare un meritato viaggio ad Expo. Con le ali, da coccinella, forse, ma questa start up è volata anche in California a San Francisco, “dove è stata molto apprezzata la nostra caratteristica di permettere un risparmio idrico del 70%, vista la cronica carenza d’acqua che affligge la zona da Los Angeles a San Francisco”. Negli USA ora è caccia ai partner locali per accorciare i tempi di distribuzione, e di fioritura, intanto il progetto arriverà presto a Milano, ospite di Expo, come eccellenza del Lazio, con un team guidato dal presidente, 46enne Renato Reggiani, e composto da numerosi ricercatori italiani e olandesi tra cui il 29enne Andrea Andreucci, ingegnere, Aldo Curinga “che si occupa tra le altre 1000 cose di startup management” e Francesca Formichini, specialista in amministrazione e marketing. “Per il resto il nostro team si è conosciuto tramite il portale UniversiNet” racconta proprio il presidente citando anche il giovane designer olandese Dana Cannam conosciuto a Rotterdam che “per un pezzo di strada ci ha aiutato ma ora insegna infatti all’università di Città del Capo”.
Il ponte Italia-Olanda su cui sta crescendo verdeggiante Biopic è frutto dell’anno che Reggiani ha passato a Rotterdam grazie al progetto Erasmus per giovani imprenditori: “ho potuto approfondire le tecnologie più avanzate per le serre e l’illuminazione artificiale per orticultura. Ci sono settori in cui l’Olanda è molto innovativa, ad esempio per la logistica, di cui fino ad allora avevo forse sottovalutato il ruolo in una startup: lì ho potuto costruire un solido rapporto con alcune aziende olandesi tra le più innovative”. Con queste premesse, e la tappa ad Expo, chi li ferma?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...