FASHION A NOLO

Schermata da 2015-02-26 16:54:53

“Nell’armadio di ogni donna ci sono più capi di quelli che indossa, ma molti meno di quelli che sognerebbe di indossare e che invidia alle proprie amiche”. Da questa constatazione, dopo un illuminante viaggio in Marocco con tre amiche, in Caterina Maestro è nata l’idea di Dress you can, la startup per il noleggio online di abiti fashion. Milanese di nascita e di fatto, “stilosa” ma anche pragmatica, concreta e creativa, Dress you can si rivolge “a tutte le donne che vogliono essere alla moda facendo anche i conti con la crisi, che mirano al risultato più che al possesso fine a sé stesso”.

Schermata da 2015-02-26 16:55:18Nata a Milano, Dress you can è stata concepita in Marocco, a Marrakech, “dopo un diluvio universale, in un souk, di fronte all’ultimo chiodo borchiato in pelle non saldato – racconta Maestro – Lì con due amiche, ho imparato che davanti al limite della carta di credito l’acquisto migliore è l’acquisto comune”. Tornate a casa con un giubbotto in più, e un conto in rosso in meno, e senza essersi “scannate” per un chiodo, hanno ideato Dress You Can.
Al grido d’aiuto “Non ho nulla da mettere!”, Maestro e il suo team rispondono con un ricco catalogo di abiti e accessori d’alta moda tra cui selezionare ciò che si vuole affittare. Navigando tra le più disparate categorie, grazie a comodi filtri di ricerca, si identifica in un attimo quel fantastico abito nuziale, o un vestito informale e originale, un tubino sexy azzardato, o quello più adatto ad una cena aziendale. Quelli che manca nel proprio armadio e che non si vuole essere costrette a comprare. Concordati orario e luogo per la consegna, non resta che sfoggiare l’abito a testa alta, divertendosi spensieratamente, e poi altrettanto spensieratamente restituirlo, “perché alla lavanderia e a tutto il resto pensiamo noi”.
Dress you can è un modo, senza dubbio elegante, per evitare acquisiti destinati a restare seppelliti negli armadi e allo stesso tempo per non negarsi lo sfoggio di stile. Ma non solo: per le utenti della start up spunta anche la possibilità di guadagnare. “Chi in un momento di shopping compulsivo ha acquistato un abito che mai rimetterà, chi ha cambiato gusti, forma, taglia, o chi è solo stanco del proprio guardaroba può mettere a frutto i suoi tesori inutilizzati entrando a far parte del catalogo Dress you can” spiega Maestro. Ottenuto il via libera del “fashion team dello staff,” che valuterà di persona, capo per capo, qualità e prezzo di quanto proposto, anche considerando la moda del momento, l’anno di acquisto e la spendibilità dei capi sul mercato, poi resta solo da guadagnarci.

Schermata da 2015-02-26 16:55:10
Oltre ai capi delle utenti, così inseriti, e oltre al consueto stock di abiti selezionati dai buyers di Dress you can, a catalogo, on line, si trovano anche gli abiti delle boutiques-partner e dei designer emergenti, “scelti in base a talento, qualità, serietà e dedizione al made in Italy”.
Affianco alla fondatrice 33enne Caterina Maestro, c’è un essenziale fashion director, Marco Trampetti, di 49 anni. Altrettanto essenziali, nel team ci sono Silvia Premoli, Content Manager & Web Editor, e la più giovane: Benedetta Maestro, Graphic Designer a 23 anni.
Grazie alla compresenza di professionisti e privati, e ad un team ben assortito, con competenze profonde e differenti, Dress You Can può dirsi unico nel suo genere, oltre che una start up di genere, “in grado di stare affianco alle utenti nel quotidiano e nelle occasioni uniche e memorabili, togliendo loro il senso di colpa, lasciando loro addosso però il lusso di un abito e il lusso di poter osare, di potersi divertire e di potersi pure stufare di un capo nel giro di una sera”.
Niente “fashion addicted”, però, precisano. e niente schiave dell’apparenza: semplicemente donne “che ci tengono” e che pensano che “l’importante non è possedere quel capo sempre desiderato, ma poterlo indossare ogni volta che si desidera. Lasciando quasi intatto il conto in banca”. Aprire il sito, di Dress You Can, è aprire una sorta di armadio magico, “l’armadio che vuoi, quando vuoi a un prezzo che puoi!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...