MICROTURISMO

10344854_10152372563402156_4470074173510529882_n

Girare, un video, per far girare, i turisti nel proprio territorio, per far girare l’economia tutta: è la proposta del regista, operatore e montatore 27enne Manuel Drexl e della sua Running Worm Productions nata ufficialmente a ottobre 2014 ma già pensata da studente dello IED nel 2010. Si chiama “Microturismo” e si rivolge ad amministrazioni locali, associazioni, consorzi turistici che si vogliono promuovere in modo innovativo, smart e anche virale. L’idea è “scalabile” anche per quelle aziende, grandi o piccole che siano, che ci tengono a legare il proprio marchio a un’operazione di diffusione culturale.

Proposto ai Tavoli Expo, il progetto punta a correggere la mira della promozione turistica locale, facendo leva su cultura, arte ed enogastronomia attraverso un linguaggio cinematografico, familiare a tutti. Con il collettivo di esperti video, tra cui anche scenografi, costumisti e truccatori, Drexl produce filmati di pochi minuti su bellezze architettoniche e naturali, su prodotti tipici o avvenimenti storici che, visti in sequenza, creino una sorta di film. “Preferiamo sceneggiature con poco dialogo, per concentrarci sull’aspetto visivo, anche se forniamo traduzione e sottotitolazione in tedesco, inglese e spagnolo, e doppiaggio in lingua straniera”.
Con tanto di “pulsanti interattivi” per accedere ai siti relativi ai luoghi protagonisti, i video sono ben diversi dai classici documentari. Sono fiction, infatti, “e fanno immergere il visitatore nella storia del territorio, lo rendono protagonista, che sia turista, o immigrati, o studente, o anche uno dei residenti, spesso tra i primi ad essere all’oscuro dei tesori del loro territorio”.
Microturismo dà un nuovo taglio al turismo in Italia, una nuova inquadratura, letteralmente e non, perché “pochi video ad oggi sono professionali, raramente hanno un linguaggio cinematografico e spesso sono abbandonati su un sito o una pagina youtube scorrelata dal resto”. A trovare il coraggio di provare la nuova visione della Running Worm Productions, sono soprattutto le realtà più piccole, spesso però il progetto non viene compreso subito. “Ancora molti non sanno quanto i nuovi media e piccoli accorgimenti potrebbero migliorare di l’offerta turistica di un luogo”. In Austria e negli Stati Uniti, lo hanno già compreso, anche in Italia i comuni dovrebbero puntare su video sviluppati dal punto di vista di chi vive il territorio per “raccontare”, non per annoiare con una carrellata di immagini. Quello che costa, in Microturismo, non è la realizzazione – già possibile con 300-400 euro – ma è cambiare mentalità e fare rete, per disporre di budget più elevati, offerta più ampia e varia e migliore distribuzione. In un mese la Running Worm Productions sarebbe in grado di sfornare un video di Microturismo e c’è tempo per portarne più di uno ad Expo, davanti ad una platea vasta e internazionale.
Prima di invitare le piccole amministrazione a “fare rete per fare successo”, Drexl e soci lo hanno fatto con sé stessi e con le proprie professionalità. Il loro collettivo oggi conta circa una decina di validi professionisti, per Microturismo, ad esempio, i 3 fondatori (Drexl, Andrea Pettinicchio, Giovanni Freri e Simone Bellavia) restano fissi con un quarto, mentre i compositori variano, ma spesso tra Aurora Rochez e Luca Figliuoli. Il nome precede il gruppo: così “underground” ma anche un pò buffo, Manuel lo ha pensato da studente osservando nel Parco Forlanini centinaia di lombrichi “che correvano sull’asfalto” durante le riprese di un video per lo IED.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...