CENT’ANNI DI FUTURO

2014-07-24 16.35.28

Tradizione da artigiano e creatività da makers, al lavoro fianco a fianco in uno spazio “che ha 100 anni” nel vero senso della parola, anzi, oltre 100, perché la Tipografia Reali di via Tirso è attiva fin dal 1912. Specializzata da sempre in stampa di biglietti da visita, volantini, brochure, locandine, manifesti, a colori, in vari formati, e su carta di qualità, la tipografia era sopravvissuta coraggiosamente ad entrambe le due guerre mondiali, ma negli ultimi tempi se l’era vista brutta. La creatività e l’intraprendenza, però, come nelle migliori favole che si avverano nella Silicon Valley, qui, l’hanno salvata, ed è successo a Milano. Il 30 gennaio rialzerà ufficialmente la testa, e anche il calice, brindando assieme a cittadini, makers, creativi e curiosi alla sua riapertura .

headerevento

Per Milano è il riaccendersi generoso di una miccia creativa che andrà a unirsi alle tante illuminanti iniziative sorte dal basso ad animare la vita della città.
Forte della propria tradizione, trasmessa da padre in figlio, di generazione in generazione, la tipografia si propone come nuovo e inedito punto di aggregazione per makers e appassionati della carta stampata, come primo e unico luogo in città dove poter portare i propri progetti con la possibilità di svilupparli a stretto contatto con lo stampatore. Cliente e “nuovo artigiano”, quindi, possono lavorare fianco a fianco dividendo e condividendo decisioni, pareri e responsabilità del risultato e dei costi che esso comporta. Alla Tipografia, infatti, il pensiero comune è che i creativi di oggi abbiano bisogno di tornare a toccare e guardare, di sporcarsi le mani, di diventare artigiani delle proprie idee. Si può iniziare con il produrre edizioni in bassa tiratura come strumento per divulgare la propria creatività e sperimentarsi sul doppio binario di tradizione e innovazione come solo in via Tirso è possibile. Lo spazio è stato ripensato proprio perché ciò avvenga.

DSC_0212 2014-12-17 15.07.34

Affianco alla preziosa area dedicata alla attività storica di stampa Offset, c’è un area coworking, per chi desidera usare i macchinari per un periodo limitato, e un’altra sempre di lavoro ma dedicata a workshop, mostre, book launch e incontri focalizzati sul ritorno all’analogico, sull’autoproduzione e sul “Do It Yourself”. Sempre nella Tipografia, per addetti e non-addetti ai lavori, un corner, come uno scrigno, custodirà opere di editoria indipendente, soprattutto di grafica, illustrazione e fotografia.
Tagliato il nastro, il 30, il 31 gennaio si rompono gli indugi con il workshop “Is everything Printable?” dedicato alla stampa su carta e tessuto tramite inchiostratura a rilievo. Organizzato da Bolo Paper e Seppia & Co, questo primo appuntamento della Tipografia rispolvera un metodo primordiale e inusuale, che permette di trasferire la superficie di quasi qualsiasi oggetto tridimensionale tramite il procedimento tipografico modificato in maniera impropria e sperimentale. Nessun macchinario particolare o costose matrici: si tratta di autoproduzione allo stato puro, quindi facilmente replicabile autonomamente anche dopo il workshop. In perfetta linea con quanto seguirà, in via Tirso, dove le rotative delle macchine del passato tornano a girare grazie alle rotelle delle menti creative del presente, e del futuro.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...