FASHION SU MISURA

Schermata da 2014-12-19 14:26:55

Modellista CAD, ma part time, per la crisi, e per fortuna, perché è così che Daniela Piloni, “per forza” si è presa la sua occasione e l’ha sfruttata, aggiungendo al lavoro di dipendente quello di artigiana della moda, trovandosi un laboratorio, in condivisione con due amiche, e iniziando a produrre del “made in Italy”. Il suo, quello con le tre “L” di Palllida, che ha in sé il nome e il suo soprannome storico, “Pallina”. Nata a Crema 29 anni fa, Piloni ha studiato fashion design a Milano e dopo un breve periodo nella rinomata sartoria maschile Gianni Campagna, una volta specializzatasi in disegno industriale CAD , si è trasferita nel capoluogo lombardo seguendo da modellista la produzione in Cina dei grandi marchi della moda italiana proprio quando si scatenava lo scontro con il “made in China”.

“Palllida” è nata in quel periodo, “per smettere di soffrire la mancanza dell’espressione creativa” spiega la 29enne – dalla carnagione anche chiara, lo ammette – dopo aver frequentato nei weekend un corso di confezione per abbigliamento donna all’Accademia del lusso.
Oggi, auto-promuovendosi sui maggiori social network – facebook/twitter/instagram/pinterest – e con il caro e vecchio passaparola, Daniela realizza capi su commissione. Lo fa nel vero senso della parola. “Studio i miei abiti sul corpo della donna, abiti romantici, tessuti ricercati e cuciti con tanta passione: ogni mio abito è un’opera unica, la mia piccola opera d’arte progettata sulla persona, mai uguale ad altre”. Ha collaborato con il Teatro Martinitt e lavorando e frequentando il mondo del cabaret, ha conosciuto e fatto innamorare dei suoi abiti le due attrici Katia Follesa e Marta Zoboli che in diversi sketch televisivi vestono Palllida. Passando dagli abiti per la televisione e di scena, con la stessa passione, agli abiti da bambina e ai bavaglini, Piloni ha tanti progetti in mente e in divenire.

Schermata da 2014-12-19 14:26:44 Schermata da 2014-12-19 14:27:03

 

Oltre a regalare nuova vita a vecchie sedie rifoderandole con broccati variopinti, lavora sulla novità “Mommy and me”: bavaglini per i più piccoli e gonne/abiti per le mamme sempre fashion, realizzati con gli stessi tessuti. Le prime ad indossare, a loro insaputa, le creazioni di questa giovane stilista lombarda, sono state però le mitiche Barbie, e “sfatiamo il mito che le barbie sono un cattivo esempio per le bambine. A me hanno fatto sognare!”. E le hanno fatto anche realizzare il suo sogno, lo stesso sempre, da quando faceva abiti tagliuzzando tessuti, scotch, colla e nastrini: “mi piaceva pensare che Barbie si facesse bella sia per uscire con le amiche che per il suo Ken”. Più grandicella ha continuato osservando la maestria delle sarte, in particolare di Laura, la sarta del paese, che al momento del taglio del tessuto la chiamava “per passare la marche: era il mio compito, e io, ammutolita, la ammiravo decidendo che quello sarebbe stato il mio lavoro da grande”.
Oggi, “da grande” deve fare i conti con la mancanza di fondi: “per noi artigiani è difficile far capire ai clienti l’importanza del ‘fatto su misura’ e dell’esclusività nell’indossare un abito mai visto prima. Inoltre Milano negli ultimi anni studiare moda è diventato molto di moda, alcuni o fanno perché amano vestire bene,o così dicono… per me la moda è soprattutto artigianalità, passione e dedizione per un lavoro molto complesso. Mi piace pensare che ogni pezzo costruito con passione sia un pezzo unico, studiato per accontentare e far sorridere noi donne che, diciamocelo, non ci piacciamo mai abbastanza”. Una linea a cui Palllida vuol dare un taglio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...