TURISMO OPEN

Schermata da 2014-11-17 11:34:49

Tradizionale, volo più hotel, o per parole chiave, con tanto di assistenza on line, e in entrambi i casi tutto spiegato in un dossier di riepilogo con tappe, giorni, spese e note pratiche e artistiche: non c’è viaggio in Italia che Tripitaly non possa organizzare per un turista straniero a cui questa piattaforma offrirà un ventaglio di opzioni e servizi ampio come mai è accaduto e a portata di click. E tutto ciò anche grazie alle tante start up del settore, “verticali ma molto efficienti”, che hanno scelto di collaborare con questo primo portale “open” dedicato al turismo straniero in Italia.

Sviluppato da Digital Magics, Confturismo e Gruppo Uvet, è nato prima dell’estate con la ferma intenzione di diventare entro Expo 2015 il punto di riferimento unico per pianificare e acquistare le vacanze. Dal sito, poi affiancato da un’app, per ogni città si potrà vagliare e scegliere itinerari, escursioni, ristoranti e musei, anche prenotandoli, oltre che acquistare biglietti di aerei, treni e autobus, noleggiare auto o bici e consultare eventi e manifestazioni da non perdere. L’idea è nata circa 8 mesi fa, precisa Lorenzo Baroni, amministratore delegato di Tripitaly. e “si fonda su sinergie tra un grande player dell’offerta turistica italiana e un importante incubatore”, e gioca proprio a favore delle start up che ambiscono a raggiungere un’utenza internazionale ma spesso mancano di “cassa di risonanza” o hanno carattere troppo specifico o locale per attirare da sole l’attenzione. Tripitaly le aggrega, le affianca all’indispensabile offerta di voli, hotel, treni confezionando così un’appetibile offerta turistica, culturale, di intrattenimento e artistica “puntuale per Expo, ma con programmi a lungo termine”.

Schermata da 2014-11-17 11:34:492
Consapevole che il successo è legato anche alla ricchezza e alla varietà delle proposte, oltre che alla praticità e alla convenienza, Tripitaly nasce e vuole essere sempre più “open” con oltre 100 attori così da rendere il visitatore straniero agente di viaggio di se stesso. “Contenuti e servizi acquistabili, prenotabili o solamente opzionabili, ricerche anche tramite parole chiave su luoghi d’arte, temi specifici, attrazioni ed eventi, e un personal assistant on line durante il viaggio: tanti dettagli che spesso fanno la differenza” spiegano da Baroni considerando Expo “un punto di partenza e non di arrivo”. Se i visitatori scopriranno di potersi “cucire addosso” il proprio viaggio, le start up che collaborano con Tripitaly godranno di visibilità e revenue sharing, proprio come tutte le PMI associate a Confturismo che si sono lanciate in questa avventura di squadra. Tradizione e innovazione, così, non si calpestano e non sgomitano tra loro ma si completano l’una con l’altra a vantaggio dell’utente e di tutto il settore turistico, settore chiave per la ripresa del Paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...