UNA BOLLA PER EXPO

Il rendering del progetto vincitore per il Padiglione Italia a Expo 2015

Una playroom portatile, a spinta, tecnologicamente assistita da noleggiare in occasione di eventi estesi sul territorio e di molte ore, proprio come Expo, perché i bambini, divertendosi, non interrompano con capricci e necessità del caso, la visita dei “grandi”. Sembra una bolla su rotelle, quasi, ben disegnata e colorata, e il suo nome è Bubbly, l’ha pensata Raul Morichi assieme al suo socio Stefano Como, è ancora in fase di sviluppo ma si propone come soluzione per i tanti visitatori di Expo con bimbi a seguito.

Niente più carrozzine e attrezzature varie, un sollievo soprattutto per chi arriva in aereo: Bubbly li sostituisce e offre molto di più. Oltre ad essere una microstanza dove muoversi, girarsi, giocare e dormire, questa “bolla” è munita di una “scatola nera”, con batteria ricaricabile, in grado anche di fornire alert ad una postazione centrale e controllare la posizione (GPS). Intelligente e previdente, Bubbly controlla anche il microclima dove sta il bimbo e ne segnala l’eventuale allontanamento.
“Pur occupandomi di ‘information and communication technology’, per anni ho lavorato in parchi a tema potendo così osservare tutti gli aspetti funzionali ed organizzativi di queste realtà – racconta Morichi – nei passeggini che spesso vengono noleggiati i bambini si annoiano e fanno i capricci. L’unica soluzione è mettere a loro disposizione uno spazio ludico”.
Gestito da una organizzazione che lo noleggia, con punti di consegna e punti di riconsegna capillarmente distribuiti, Bubbly è pensato con un interno “arredabile” a seconda dell’età: 0-18 mesi, 18-36 mesi e 3 -5 anni. Gli allestimenti usati vengono igienizzati ogni volta, può ospitare anche 2 bambini e può servire da carrello porta borse, fasciatoio o punto d’appoggio per preparare pappa o quant’altro.
Il guscio, dalla forma “simpatica”, ha una versione economica in plastica stampata ed una versione high-tech in policarbonato, e grazie al tablet di cui è munito può essere “personalizzato” dagli organizzatori dell’evento così che gli utenti possano trovare informazioni utili (toilettes, nursery, supporto sanitario e quanto l’evento metterà a disposizione degli ospiti).
“Orientativamente, essendo una soluzione modulare, il suo costo partirà da poche centinaia di euro, fino al migliaio di euro del modello più sofisticato” spiega Morichi che assieme a Como ha già riscosso successo: “alcune aziende di settore hanno mostrato interesse, ma è troppo presto per avere una idea degli sviluppi”.
Ora che è sempre più estesa la pedonalizzazione delle aree urbane si aprono nuovi scenari allo sviluppo ed allo sharing di questo tipo di veicoli, Morichi e Como sono convinti che la tecnologia vada utilizzata per fornire soluzioni alla collettività e, prima di Bubbly, ne avevano già pensata un’altra, ora prototipo in corso di realizzazione, e dedicata ai clochard. Si chiama “Il Bozzolo” e può considerarsi un “fratello maggiore” di Bubbly: presentato ai Tavoli Expo nel mese di giugno 2014 è piaciuto molto sia al Comune di Milano e ai City Angels, sia a multinazionali della Consumer Electronics, potenziali sponsor. In attesa di collaudi, Il Bozzolo si presenta come “una cellula di sopravvivenza estendibile per i senzatetto per passare la notte in sicurezza anche in condizioni atmosferiche estreme”, con tanto di scatola nera per emergenze e localizzazione, proprio come Bubbly. Bambini, clochard: ci saranno i prossimi? Questo veicolo a spinta promette molti sviluppi, e, come spiega Como, “L’innovazione tecnologica ha prodotto pochi ricchi e molti poveri: la scommessa che è obbligatorio vincere è usarla anche per aiutare questi ultimi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...