UN GIORNO DA ITALIANO VERO

Schermata da 2014-10-22 14:29:18

Aveva percepito sempre più da parte dei russi “l’amore incondizionato per l’Italia, ma anche delusione per il livello di servizi e opportunità offerte a livello turistico e non solo” e Francesca Di Tonno, viaggiando fin dal 2003 tra Mosca e Sanpietroburgo, l’ha presa come sfida personale. Una sfida tuttora in corso ma che la russofila start upper sta vincendo di misura con il suo sito Den’ v Italii!

Nato a giugno 2014, il progetto potrebbe funzionare a pieno regime in tempo per Expo dato l’entusiasmo con cui è stato accolto. Tradotto suona come “Un giorno in Italia!”, e offre all’utente russo un giorno da italiano vero seguendo le indicazioni on line, un unico e pratico portale che racchiude eventi e attività esclusive. Si può scegliere fra 5 temi: food&wine, moda&design, musica classica, arte&teatro, vivere green, e presto, promette Di Tonno, sarà attivo su tutto il territorio nazionale: “attualmente è presente solo su alcune regioni italiane, ma l’obiettivo è quello” e possibilmente in tempo per accogliere i visitatori russi di Expo così degnamente e calorosamente con un sito tutto per loro. L’evento del 2015 è perfetto per una start up nata con lo scopo di presentare al pubblico russofono l’Italia più autentica e far conoscere il Made in Italy nella sua essenza.

Schermata da 2014-10-22 14:35:12
Dal 2010, Francesca Di Tonno, con in mano una laurea in lingua e letteratura russa e il dottorato, si occupa dei processi di internazionalizzazione delle PMI italiane sul mercato russo, di intermediazione culturale e di incoming turistico per la valorizzazione del Made in Italy. Quest’anno, però, “ho deciso di mettere a frutto le competenze apprese all’università e nei numerosi viaggi in Russia, in un modo nuovo, creativo e personale”. Ciò equivale a dire, aggiungendo un po’ di coraggio e intraprendenza, creando una start up ed è proprio ciò che ha fatto.
“Il periodo di crisi ha funzionato da catalizzatore– spiega Di Tonno – mi ha spinto ad inventare un lavoro cercando un’alternativa che valorizzasse l’Italia e la collegasse al mondo. Io ho scelto un pubblico, quello russofono, già particolarmente sensibile ai paesaggi, gusti e colori del nostro Paese”.
Raccontata così l’avventura sembra una passeggiata da turista, russo o no, ma non lo è e non lo è stata: “dalla nascita ad oggi, ho dovuto affrontare grandi difficoltà legate al sistema burocratico italiano: tutte quelle norme relative al mondo del turismo tutelano da un lato e paralizzano dall’altro un settore che dovrebbe essere il più vitale e trainante nel nostro Paese”. Vincente è stata la scelta dei primi passi, strategici: “mi sono focalizzata sullo stabilire tutta una serie di partnership con tour operator, associazioni dei diversi territori nonché, cosa più importante, con fornitori, aziende, artigiani grazie ai quali sarà possibile realizzare gli eventi di Den’ v Italii!”.
Sempre più abile e concentrata nella valorizzazione delle specificità del territorio, delle arti e dei mestieri, del patrimonio artistico e naturalistico italiano, oggi Den’ v Italii! è sostenuta e incoraggiata con ottimismo e professionalità da Associazione Italia-Russia di Milano, BolognaConnect, Abruzzo4Foodies, “ma queste sono solo alcune delle realtà che hanno creduto e stanno credendo nella start up” per avverare il sogno di tanti russi, di vivere, mangiare e passeggiare, almeno per un giorno, da “italiano vero” .

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...