SCUDO ANTIFRODE

Schermata da 2014-10-17 14:06:08

Per vendicare un amico frodato con la carta di credito tre giovani di Ariano Irpino hanno aguzzato l’ingegno e hanno creato Unfraud, il servizio che rileva e addirittura previene le “fregature” nei pagamenti on line. Tutto è nato in pochi mesi, lavorando da remoto tra Milano, Roma e Napoli e “accelerando” grazie all’aiuto di “Working Capital -Roma” il programma di Telecom Italia che dal 2009 aiuta talenti e idee a trasformarsi in imprese innovative.

Un triangolo di intraprendenza, quello che ha portato alla creazione della start up proprio lo scorso aprile, e nel verrice milanese c’è il 28enne Andrea Puzo  formatosi in Bocconi e che oggi si occupa della parte economica “con un focus sul fund raising e vendite”. Gli altri due start upper sono il 30enne Armando Monaco, il CEO, ingegnere 30enne adottato da Roma ed esperto di tutta la parte High tech della società, e il suo coetaneo Vincenzo Paduano, che da Napoli, forte di un dottorato in biologia computazionale, cura l’infrastruttura IT di Unfraud e la parte tech. Sì, perché Unfraud è classificata come start up “fin tech” e questo, come spiega Puzo, significa “normative molto stringenti, necessità di costante innovazione e di buona reputazione aziendale, oltre che ‘un gran sgomitare’ vista la forte competizione presente nel settore”. Per emergere, i tre giovani si sono inventati “qualcosa” che al momento in Italia non esiste e, rispetto ai competitor interazionali “offriamo un sistema di prevenzione realtime e che auto-apprende e si auto-istruisce, inoltre garantiamo il rispetto delle leggi sulla privacy italiane ed europee oltre ad un pricing vantaggioso ed un customer service dedicato”.

Schermata da 2014-10-17 14:06:082

Unfraud, che tradotto suona come “infrodabile”, si rivolge a tutti quei soggetti da e-commerce, marketplace, Store online, merchant online che accettano un pagamento online in moneta elettronica sia carte che PayPal o altri metodi di pagamento. “Vogliamo proteggere le loro vendite, diminuire i chargeback, problemi amministrativi, perdite dovute alle frodi e di conseguenza i clienti” spiega Puzo, sfoggiando il motto: “we protect tour business” con cui si presenta sul mercato. Nessuna installazione richiesta, nessun update: il cliente non deve fare nulla, se non usufruire del servizio che riesce anche a “prevenire la frode prima del pagamento online dando un rating per ogni transazione attraverso un pannello di controllo a disposizione dell’ecommerce”.
La tecnologia realizzata dai due 30enni del team, “può competere tranquillamente con le grandi della Silicon Valley: sicuramente troveremo tanti partnership pubblici e privati disposti ad aiutarci nel nostro percorso”. I tre amici ne sono certi e puntano molto sulla sede di Milano perché il loro sogno prosegua nell’avverarsi passo dopo passo: “è un’ottima sede. Ci sono investors, clienti, business partners, alta velocità per spostarsi in Italia ed è vicina al nord Europa e alla Germania. Inoltre trovi molti studenti preparati che possono unirsi al progetto. Forse mancano spazi di coworking in pieno centro e un vero network o hub dove conoscersi tra startupper”. Rimediabile, e intanto l’avventura di Unfraud continua.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...