L’AIRBNB DEI POSTI AUTO

Schermata da 2014-09-29 15:53:11

Perde una mattina a cercare parcheggio, lo trova lontano e arrancando verso la meta vede i muri tappezzati da annunci di box in affitto. E’ da una disavventura di un vicentino in trasferta milanese, Paolo Dal Lago, che è nata la start up Parcheggiami, “l’Airbnb dei posti auto”, un servizio che incrocia due disperazioni. Quella di chi si trova a cercare parcheggio a Milano e l’altra, di chi non riesce a piazzare sul mercato il proprio box, vuoto da mesi. La soluzione è registrarsi gratuitamente alla piattaforma web di Parcheggiami indicando prezzo e disponibilità del posto auto vacante, volendo anche con foto e descrizioni.

E’ così che chi cerca, sempre rivolgendosi al servizio ideato da Dal Lago, trova. Inserendo criteri geografici, di prezzo, di data, infatti, un utente può prenotare on line il suo parcheggio evitando di girare a vuoto con tanto di logoramento di nervi ed emissione di inquinanti, perdita di tempo e, spesso, risultato zero. Dopo la “folgorazione” iniziale, Dal Lago ha studiato la fattibilità della start up con Enrico Battistel e Stefano Brangi scoprendo che “il deficit è di 50.000 posti auto, che molto spesso i parcheggi a pagamento sono pieni oltre che molto costosi e che parecchie persone affittano il proprio garage per lunghi periodi ma non trovano facilmente da darlo”.

logo

Da lì è stato un passo ed ora eccoli imbarcati in un progetto su cui hanno già messo gli occhi anche i grandi hotel cittadini. “Dotati di parcheggi da grandi convention, nei periodi di minor afflusso con Parcheggiami sfrutterebbero gli spazi che hanno a disposizione – spiega Dal Lago – Stiamo lavorando su un servizio ad hoc dedicato alle strutture ricettive che potranno offrire anche servizi extra, prenotabili sempre tramite la piattaforma: una prima colazione, il lavaggio auto, un transfer verso aeroporto/stazione, ad esempio”. Entro Expo 2015 sarebbe perfetto e il ritmo di sviluppo di Parcheggiami promette bene: è online dal 12 febbraio e già i tre start upper pensano allo sviluppo di un’app per prenotare il parcheggio tramite smartphone, oltre che ad un ampliamento su altre città e all’estero. Il lavoro non manca, e “come Airbnb , guadagniamo solo quando la prenotazione viene portata a termine – spiegano – L’inserimento del proprio garage infatti è gratuito, è quando il proprietario dello spazio accetta la richiesta di prenotazione di un utente che noi tratteniamo il 10% sul valore della prenotazione”. L’interesse, quindi, è che tutti parcheggino e che non restino box sfitti e perché ciò accada il meccanismo deve essere “ben oliato”: ecco perché i tre veneti fanno anche delle incursioni in città, con tanto di prenotazioni in incognito per mettersi nei panni, non molto ambiti, di chi sta cercando di “piazzare l’auto in centro a Milano”. Solo per qualche ora, poi lavorano a Parcheggiami fuori dal traffico, finché possono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...