CONTRO L’HATE SPEACH, LOUDEMY

loudemyAbbassare i toni, alzare la qualità dell’informazione, sui social. Per questo è nato Loudemy, uno strumento a disposizione di tutti i cittadini, gratuitamente, mentre è a pagamento e personalizzabile, per organizzazioni, associazioni, enti, giornali e altre imprese. Ad inventarlo è stata Selene Biffi, ormai da molti definita startupper seriale, ma che prima di tutto deve essere chiamata una startupper seria: mai una sua creazione ha mancato di essere utile e dedicata a popolazioni o questioni di emergenza a livello mondiale.

Questa volta, Biffi, se l’è presa con l’hate speach e con Loudemy vuole mettere a tacere chiunque usi i social per diffondere messaggi errati o di odio. Per farlo, è stata studiata ad hoc una piattaforma di chatbox, capace di dialogare come un essere umano, spesso usata per “servizi al cliente” in modo che fosse in grado interagire in modo indipendente nelle conversazioni sui social e intervenire sulle tematiche più disparate. Continua a leggere

FARE QUADRATO CONTRO LE TRUFFE, CON SQUARE

Truffato non una ma ben due volte, mentre comprava e vendeva on line oggetti usati, rimasto affascinato dalla filosofia di vita, del suo “host father” quando 6 anni fa ha studiato un anno in California, Nicola Catena, oggi studente di Economics alla Università Cattolica, ha progettato Square.

Assieme a Martina Sgambati e Davide di Donato, con un team di età media 24 anni, completato da Francesco Bidoia e Michele Pierangeli, ha infatti creato un marketplace online in cui chi vende e chi compra un bene via internet si affida ad un terzo per il ritiro, il controllo e la spedizione. Non un “terzo” a caso ma un partner associato alla piattaforma che controlla la veridicità delle affermazioni del venditore, spedisce il pacco all’acquirente e viene retribuito con una percentuale (2%) detratta dalla cifra di vendita. Continua a leggere

SFAMARSI IN UN CRICKé

crické.JPGLa grande tradizione gastronomica mediterranea con un nuovo ingrediente, proteico e sostenibile: la farina di grillo. E’ la ricetta proposta da Crické, startup che ha preso alla lettera le tante pubblicazioni della FAO mirate a promuovere l’entomofagia nel mondo occidentale.

Nata infatti con il desiderio di trovare delle soluzioni alternativa ad una industria della carne poco sostenibile a livello ambientale, questa neo impresa vuole introdurre gli insetti anche nella dieta occidentale e prende per la gola tutti proponendo nuovi alimenti nutrienti, gustosi ed ecosostenibili. E che “suonano” famigliari. In verità lo sono perché sia le Crickelle che la pasta Crické sono cibi dalle sembianze occidentali, solo con un 15% di farina di grillo che fa la differenza.
Continua a leggere

TRIPDOGGY, ZAMPE IN VACANZA

TRIPDOGGY.JPGIn vacanza con il proprio cane trovando non solo strutture e ambienti pet-friendly ma anche esperienze uniche ed emozionanti da vivere assieme al proprio amico a 4 zampe. TripDoggy è nata dall’esigenza del suo stesso fondatore, il 34enne Domenico Sarleti, quando è diventato padrone di Sirio e “ho dovuto fare i conti con l’offerta del mercato: non trovavo però quello che cercavo”.

Informazioni non affidabili e che, soprattutto, non tenevano conto delle reali esigenze di chi viaggia con un cane. Lavorando nel mondo del turismo da qualche anno, Sarleti nel 2016 ha avviato un progetto test e, visto l’ottimo riscontro, ha proseguito creando la startup che esplicita il motto “Libertà di viaggiare insieme”.

Insieme al proprio cane, ovviamente, grazie ad uno strumento che non solo facilita l’organizzazione di una vacanza aggregando strutture ricettive pet-friendly, ma offre esperienze uniche assolutamente pet-friendly . Questo è il valore aggiunto di TripDoggy che, crescendo, ha creato anche dei pacchetti turistici, sempre completi di quelle informazioni che realmente rispondono alle esigenze di chi viaggia con un 4 zampe.
Continua a leggere

YOUSIZE, IDEA CALZANTE

yousize monzaChissà se Cenerentola, avrebbe scaricato Yousize. Certo lo stanno facendo centinaia di persone che potranno così finalmente acquistare scarpe on line senza dover attendere l consegna per verificare che calzi alla perfezione.

Ideata da sue giovani brianzoli, amici da anni e tuttora compagni di università, alla Bocco, Yousize è una app che calcola il numero da comprare di un certo modello di scarpe, per poterle poi indossare senza problemi. Lorenzo Calvosa, di Concorezzo, e Lorenzo Meregalli di Monza, hanno lanciato la loro startup con soli 19 anni sulle spalle ma con la curiosità e l’intraprendenza di chi può fare molta strada. Per ora i grandi investitori sono un sogno, ma non è detto che i colossi del settore non prestino attenzione a questa trovata. Continua a leggere

CHIAMA MARTINO, ARRIVA UN VICINO

chiama martino 1Martino, è il miglior vicino di casa che esista in Zona 5, lo sarà su tutto il territorio di Milano, infatti quando qualcuno ha bisogno di una commissione, di un lavoretto, di un piacere, cosa fa? “Chiama Martino. Non è una persona in carne e ossa, è un servizio dedicato a chi ha necessita di un aiuto concreto, nel quotidiano, e che spesso non sa come ottenere. Che si tratti di ritirare un vestito in tintoria, o di fare la spesa, di portare il cane a passeggio o di sistemare una porta cigolante, Chiama Martino.

L’ideatore, Federico Sobrero, ha deciso di creare questo servizio vedendo come nella vita di tutti i giorni, nonostante la tecnologia e i social network, mancasse ancora un senso di “vicinanza” tra vicini e un modo semplice per chiedere un piacere senza per forza girare tra i ballatoi bussando alle porte di quelli più gentili e disponibili.
Continua a leggere

“COOKS ME”, PENSACI TU CHE SEI BRAVO

Da studente fuorisede “mi sono dovuto necessariamente avvicinare al mondo della cucina” e non quella di “una volta ogni tanto per giocare a fare lo chef. Quella di tutti i giorni, anche quando si ha poco tempo o poca voglia. Ecco perché Vito Lordi ha pensato ad una startup che, tramite app, effettuasse il matching tra esigenze dei consumatori e proposte degli chef. Dopodiché “il pranzo è servito”.

Cooks Me, selezionata tra le sei finaliste dell’edizione 2017 di Dr Startupper, contest organizzato dall’Università Cattolica, è un’idea di startup in divenire e che si rivolge soprattutto agli under 40 “alla ricerca di un’experience e di un’emozione che elevino il concetto di pasto frugale”.
Continua a leggere