Archivi categoria: #svago

IL BROWSER DEL BENESSERE

Schermata del 2015-04-10 10:48:30

Nato in una SPA, 58 anni fa, in quella di proprietà di sua madre, “quando ancora si chiamavano istituti di bellezza”, Règis Boudon nell’acqua termale “c’è caduto da piccolo” e da grande ha messo in piedi il primo motore di ricerca proprio solo per SPA. Un ritorno alle origini, per lui, una occasione per tutti i suoi utenti di trovare quella dei propri desideri in ogni parte del mondo.
“Non esisteva ancora un aggregatore così tecnologicamente avanzato, così ampio, così specifico” spiega questo startupper “fuori età” come si definisce, che ha chiamato la sua idea “Youspa” ispirandosi “senza pudore” a Youtube. E poi il nome “si prestava perfettamente alla mission internazionale che intendevamo dare al portale”.
Continua a leggere

FASHION A NOLO

Schermata da 2015-02-26 16:54:53

“Nell’armadio di ogni donna ci sono più capi di quelli che indossa, ma molti meno di quelli che sognerebbe di indossare e che invidia alle proprie amiche”. Da questa constatazione, dopo un illuminante viaggio in Marocco con tre amiche, in Caterina Maestro è nata l’idea di Dress you can, la startup per il noleggio online di abiti fashion. Milanese di nascita e di fatto, “stilosa” ma anche pragmatica, concreta e creativa, Dress you can si rivolge “a tutte le donne che vogliono essere alla moda facendo anche i conti con la crisi, che mirano al risultato più che al possesso fine a sé stesso”. Continua a leggere

L’APP CHE ‘VEDE GENTE’

Schermata da 2015-01-16 16:15:07

Trovarsi sempre al #postogiusto nel #momentogiusto: con @appDonde è facile, e in poche mosse, gratuitamente, dice dove vanno tutti e, quindi, dove vale la pena di andare a passare la serata o almeno a dare un occhio per vedere cosa c’è. Smarriti in una “Milano immensa” ad inventarla sono stati tre universitari fuori sede, un anno fa, quando “ci siamo imbattuti nel problema di non sapere cosa fare, ma soprattutto dove andare in una realtà nuova e con mille proposte da vagliare”. Ora, a problema risolto, Milano non è più così “spaventosamente enorme e sconosciuta” per i tre startupper che ora stanno dando una mano a tutti i disorientati e agli amanti delle folle. Continua a leggere

ADESIVI CON STILE

Schermata da 2014-11-19 14:35:35

Sei lavori in due, facendo la spola tra Milano e Berlino: una acrobazia possibile eccome, ma solo se, come Rossano Capello e Elena Cesana si è animati da molta passione e voglia di fare nuove esperienze cercando sempre di allargare gli orizzonti. Lui è architetto, e barman, lei è direttore del personale e fa supporto tecnico per siti web, entrambi sono creatori di stickers e si fanno chiamare “StickStyle” che “suona bene musicalmente e ci rispecchia, lei è Stick – spiega lui – io invece sono Style, in quanto Art Director”. Continua a leggere

E-COMMERCE ARTIGIANO

Schermata da 2014-11-11 15:32:17

Internazionali e 2.0, è così che devono diventare anche i piccoli artigiani del Made in Italy se vogliono sopravvivere e ad aiutarli c’è la piattaforma Ulaola, una start up che è cresciuta tanto da ambire alla conquista del Nord Europa e degli Usa entro il 2015 ammiccando anche ai Paesi emergenti. Continua a leggere

CIBANDO VERSO LONDRA

Schermata da 2014-11-10 11:32:03

Sta per sbarcare a Londra, lo farà entro la fine del 2014, un’app tutta italiana che consente agli utenti di trovare i ristoranti più vicini, scoprendo subito tutte le caratteristiche del locale. Si chiama Cibando, è nata nel 2010 da una idea di Guk Kim, un 25enne di origine coreana, da sempre in Italia e dall’età del liceo imprenditore attivo e innovativo. Ora, laureato in Economia e Business Administration alla John Cabot University, racconta come è nata questa food – start up pronta per valicare il confine dopo 4 anni di esperienza formante, e provante. Continua a leggere

UNA BOLLA PER EXPO

Il rendering del progetto vincitore per il Padiglione Italia a Expo 2015

Una playroom portatile, a spinta, tecnologicamente assistita da noleggiare in occasione di eventi estesi sul territorio e di molte ore, proprio come Expo, perché i bambini, divertendosi, non interrompano con capricci e necessità del caso, la visita dei “grandi”. Sembra una bolla su rotelle, quasi, ben disegnata e colorata, e il suo nome è Bubbly, l’ha pensata Raul Morichi assieme al suo socio Stefano Como, è ancora in fase di sviluppo ma si propone come soluzione per i tanti visitatori di Expo con bimbi a seguito. Continua a leggere